Mi ricordo

Certo che mi ricordo di te.

C’incontrammo un mattino

in una casa colorata di viola e argento

ci amammo dal domani, da lontano.

Se il tuo orgoglio non mi avesse circondata con tutti quei “ma”

insaziabili di ragioni differenti 

sordi al mio canto di ragnatela sottile.

Se solo ti fossi arrampicato su quel filo vischioso

saresti salito

con me

verso il respiro che esplode

nella gola della caverna del cielo.

Avevi paura

e io per non cadere non potevo che continuare a guardare in su.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...