Io Sono Te, e Tu Sei Me

Annunci

Ti lascio andare

Lascio andare questo anno trascorso e mi ritiro condividendo. 

L’impronta che il tempo ha lasciato con l’esperienza nella mia anima la scioglierò nel sudore che andrà alla Terra e al Cielo accompagnato dai miei intenti. 

Ringrazio per l’esperienza. L’aver visto meglio, l’imparare a guardare, lo sconforto che poi passa, il coraggio che accelera il battito, la diversità che insegna. Il parlare troppo dimenticandosi che quando poi finiscono le parole si capisce qualcosa in più di sé, sempre e solo poi. 

L’esperienza che mi ha insegnato ad osare, volere e perseguire con la consapevolezza che non sempre me ne ricorderò ché essere vigile un giorno ogni tanto per chi come me è fatto d’Acqua, è già molto!

Ringrazio questo anno per tutte le relazioni che si sono intrecciate nel tessuto colorato della quotidianità andando ciascuna a proprio modo, ringrazio i camminanti e le camminanti che instancabili con cuore umile tessono ordito e trama delle loro vie fiorite, verso Libertà e Pace.

Ringrazio il calore del fuoco che non finisce mai,

nonna Luna che ci accarezza ogni notte da millenni,

ringrazio la Buona Stella sotto la quale sono nata

ringrazio le mie antenate per la loro dignità.

Faccio spazio ma non butto via: lascio andare! 

Faccio spazio ma non dimentico: metto pace!

Faccio e spazio e mi preparo a far entrare tutto ciò che la Vita immancabilmente mi presenterà, all’appuntamento costante con la Fede nel mio intento.

 Faccio spazio,  per tutte le mie relazioni.

                                                              Emanuela

Travaglio

In questa notte di vento caldo e luna nuova

si prepara il travaglio del 2012

sorvegliato dallo sguardo attendo e luminoso di Giove che splende

saltando rapido verso ponente.

Che il cambiamento accompagni, tenace e ricco,

il tuo passo franco

disinvolto

            rilassato

                       costante

                                    creativo.

Agua Fuego Tierra Y Viento

 

Llevo muy adentro cada gota de mi vida
Un amor profundo, luminoso, singular.
Te amo con el alma, te amo sin medida,
Te amo solamente como nadie supo amar.

Pero no estoy sola, este amor que nos protege
Viene acompañado como río rumbo al mar,
Trae enamorado agua, sol y peces
Y refleja un cielo donde vamos a volar.

Cuando yo te abrazo no te abrazo sola,
Te abraza conmigo una eternidad,
Te abrazan los valles, las montañas y los vientos,
Las flores del campo y el olor del pan.

Cuando yo te beso, no te beso sola,
Azúcar te traigo del cañaveral.
Soy como la tierra para darte fruto,
Soy de miel morena para amarte más.

Vengo desde siglos, traigo voces y señales
Que salen del fondo de la tierra por mi voz.
Cuando digo te amo, te aman los frutales,
La luna que enciende en mis ojos el carbón.

Por eso te cuido, te extraño, te nombra mi canción,
Por eso te apaño con mis manos de algodón.
Que nada ni nadie pueda hacerte daño,
Te pongo de escudo el parche de mi corazón.

Cuando yo te abrazo no te abrazo sola,
Te abraza conmigo una eternidad,
Te abrazan los valles, las montañas y los vientos,
Las flores del campo y el olor del pan.

Cuando yo te beso, no te beso sola,
Azúcar te traigo del cañaveral.
Soy como la tierra para darte fruto,
Soy de miel morena para amarte más.
Soy de miel morena para amarte más.

Coyote

 

Passi ogni tanto a trovarmi

e mi giochi i tuoi tiri

di sbieco

da dietro.

 

Ti conosco sempre solo un attimo dopo

quando la tua onda di magia oltrepassa le mie spalle

e torno lucida.

 

Rido di me stessa

Coyote

mi hai giocata anche stavolta

e ora finalmente

di nuovo

rido!